Appello all'Unesco per riconoscere il Latino e il Greco patrimonio dell'umanità Εκτύπωση
( 0 Votes )
Συντάχθηκε απο τον/την Maya   
Κυριακή, 05 Μάιος 2019 08:25

Αποτέλεσμα εικόνας για foto unesco logo

Le nuove esigenze di tipo pragmatico stanno

lentamente emarginando lo studio delle lingue latina e greca nelle scuole di tutt'Europa. I futuri uomini del nostro continente rischiano d'ignorare quasi del tutto il passato in cui affondano le radici della nostra civiltà e del nostro pensiero. Proprio per questo l'Accademia Viavarium Novum ha promosso un convegno internazionale che si terra' dal 2 al 4 maggio nella sede di Villa Falconieri a FRASCATI (Roma), nel corso del quale sarà presentata la proposta elaborata unitamente anche a delegazioni d'altri Paesi, di inserire il latino e il greco nell'elenco Unesco dei beni immateriali costituenti patrimonio dell'intera umanità. Un Odg approvato a fine 2017 dal Senato italiano impegnava il governo italiano a farsi garante d'una continua sensibilizzazione soprattutto nelle politiche scolastiche, per la salvaguardia concreta delle lingue latina e greca, come massima espressione della sostanza culturale d'Europa; ad attivarsi per presentare all'Unesco la domanda per dichiarare il latino e il greco patrimonio culturale dell'umanità non soltanto europea, ma anche extraeuropea, come elemento unificante della civiltà occidentale e come eredita' d'inestimabile valore lasciataci da oltre duemilasettecento anni di storia culturale; a volersi assumere la responsabilità di «garante della salvaguardia del latino e del greco» come discipline portanti, assieme alla filosofia, di una scuola formativa non professionalizzante, e di un'educazione globale e umana delle nuove generazioni; a richiedere all'Unesco di nominare l'Italia «scrigno simbolico» e crocevia delle culture e delle lingue greca e latina, perché si sviluppi un interesse che coinvolga tutti i settori della sua cultura, dal sistema scolastico al mondo della scienza, dello spettacolo e dei mezzi di comunicazione di massa. Successivamente rappresentanti d'altri Paesi si sono uniti per chiedere ai propri governi d'avanzare la stessa proposta all'Unesco: movimenti vari in Francia, in Spagna, in Inghilterra, in Bulgaria stanno mettendo in campo diverse iniziative, nelle quali l'Accademia Vivarium Novum è coinvolta per raggiungere la meta del riconoscimento di tutte le lingue classiche (dunque anche sanscrito, cinese classico, arabo classico, persiano medievale, ebraico classico, etc.), come patrimonio dell'intero genere umano.

 

Agenzia DIRE

https://www.ilcaffe.tv/articolo/54703/appello-all-unesco-per-riconoscere-il-latino-e-il-greco-patrimonio-dell-umanita?fbclid=IwAR1m-n1Ui25-9DXyq2w1U3775dUlfouBjkCeYG_nDlV5-lx7fpCMByl7ZtA

Τελευταία Ενημέρωση στις Δευτέρα, 06 Μάιος 2019 08:39