Bonus vacanze preso di mira, Austria nega aiuti all’Italia: “Esempio negativo” Εκτύπωση
Συντάχθηκε απο τον/την KATEPINA M   
Κυριακή, 21 Ιούνιος 2020 15:32

Αποτελέσματα εικόνων για Bonus vacanze preso di mira, Austria nega aiuti all’Italia: “Esempio negativo”

Mentre in Europa si discute sugli aiuti da riconoscere agli Stati più colpiti dal Coronavirus, l'Austria tira un colpo basso all'Italia

Il bonus vacanze non è visto di buon occhio dall’Austria che, mentre a Bruxelles si discute sugli aiuti da concedere agli Stati più colpiti dal Coronavirus, ha sferrato un chiaro attacco al Governo italiano. Quest’ultimo, nello specifico, sarebbe colpevole di non stare varando misure idonee a fronteggiare la crisi post-pandemia.

Bonus vacanze preso di mita, Kurz all’Ue: “Esempio negativo”

Si discute ancora di Recovery Fund: termini, condizioni, modalità di riconoscimento e restituzione dei fondi, tanta è la carne sul fuoco. E mentre Giuseppe Conte cerca di ottenere il meglio dalle trattative, consapevole che dovrà dimostrare prima di tutto che il nostro è un Paese affidabile e in grado di far fronte agli impegni presi con l’Ue, il Primo Ministro austriaco Sebastian Kurz non ha risparmiato critiche al nostro Paese.

Niente aiuti all’Italia, poiché li sprecherebbe: questo in sostanza è il parere espresso da Kruz. “Vienna si teme che l’Italia, con il suo elevato debito pubblico, possa sprecare le sovvenzioni europee”, ha dichiarato il Primo Ministro dopo aver ribadito di voler essere solidale ma di essere contrario al riconoscimento di aiuti a fondo perduto allo Stato italiano.

Nel suo discorso, però, Kurz ha preso di mira soprattutto il bonus vacanze, definendolo un “esempio negativo“, poiché – ha detto – risulta difficile spiegare ai contribuenti austriaci perché gli italiani debbano ricevere un buono per andare in vacanza proprio mentre si sta andando incontro ad una crisi economica senza precedenti.

Austria pronta a negare aiuti all’Italia

Per i motivi sopra elencati, l’Austria si è detta pronta a negare gli aiuti a fondo perduto all’Italia. Il no è legato principalmente a due motivi: prima di tutto, è stato spiegato, il Recovery Fund a queste condizioni comporterebbe un aumento delle spese per i Paesi Ue più ricchi, a favore di benefici garantiti invece solo a quelli più colpiti dalla pandemia; in secondo luogo, il leader dei frugali ha prontamente sostenuto di non essere disposto a imporre sacrifici ai cittadini austriaci per riconoscere aiuti a chi – come l’Italia – li potrebbe sprecare.

L’alternativa, secondo il leader austriaco, sarebbe quella di non concedere contributi a fondo perduto ma di procedere con il riconoscimento dei prestiti, che gli Stati si dovranno poi impegnare a restituire.

La discussione sul Recovery Fund è quindi ancora aperta e, stando alle ultime prese di posizione, risulta difficile pensare che un accordo entro luglio possa veramente trovarsi.

https://quifinanza.it/editoriali/video/bonus-vacanze-austria-nega-aiuti-italia-esempio-negativo/394363/