Gli scavi sotto il futuro tram Εκτύπωση
Συντάχθηκε απο τον/την 'Αννα Ειρήνη   
Τετάρτη, 08 Αύγουστος 2012 16:44


Durante i lavori dell'8 affiorano pezzi della Roma antica
FLAVIA AMABILE

Nel centro di Roma, si sa, basta sollevare un po' l'asfalto per veder affiorare resti di case, cisterne, strade antiche. E' quello che sta accadendo in questi giorni a via delle Botteghe Oscure, un tempo sede del Pci ed ora più semplicemente futuro asse di passaggio del tram 8.


I lavori sono in corso, prima che siano completati lo spettacolo è assicurato. La zona è uno scrigno di tesori. Ci troviamo tra la Crypta Balbi, un museo non molto conosciuto ma che offre ai visitatori un pezzo di Roma sotterranea molto ben conservato, e il Tempio di Botteghe Oscure, i resti di un tempio del II secolo a.C con colonne di piperino di solito nascosto dal traffico e dall'indifferenza di passanti e turisti in questo tratto di strada.

Quando Roma era la capitale di un impero questa zona della città era usata per i censimenti della popolazione e per la distribuzione del grano. Il Portico ancora visibile nella zona del Tempio permetteva l'accesso a quest'area. Almeno secondo quello che sostenevano alcuni studiosi. E il Tempio delle Botteghe Oscure sarebbe il Tempio delle Ninfe.

Quello che sta affiorando in questi giorni dal pezzo di strada compreso tra il Tempio e la Crypta sono i resti di ancora altre costruzioni dell'epoca come mostra il video. Sono tutti edifici già individuati dagli esperti, nessuna scoperta rivoluzionaria quindi, o sorprese. Si approfitta però, comunque, dello scavo per creare la base dei binari del tram per andare un po' più a fondo. Alla fine tutto sarà coperto ma i binari copriranno una sezione di strada - come appare anche nel video - che non danneggerà le costruzioni sotostanti, assicurano gli esperti.

Staremo a vedere

 

ΠΗΓΗ: lastampa.it

Τελευταία Ενημέρωση στις Τετάρτη, 08 Αύγουστος 2012 16:52